Come partecipare

ISCRIZIONE AL CORSO COMPLETO DI 35 ORE – Costo € 320,00
30 ore OSI (3 seminari) + 5 ore di tirocinio con un esperto Orff-Schulwerk della rete diinsegnanti Artemus, presso uno dei nostri istituti scolastici convenzionati
ISCRIZIONE AL SINGOLO SEMINARIO - Costo € 135,00
10 ore di formazione Orff-Schulwerk Italiano (OSI)
I Seminari sono riconosciuti ai fini del percorso di formazione nazionale dell’OSI (Orff-Schulwerk Italiano)

L’Accademia Artemus ETS propone il seguente calendario di Seminari affini alla linea pedagogica dell’Orff-Schulwerk., in collaborazione con l’OSI, volti alla diffusione della pratica musicale formativa e ludica sul territorio, con l’obiettivo che una forma adeguata e commisurata di pratica musicale viva entri a far parte della vita della maggior parte possibile di bambini, adolescenti e adulti, dentro e fuori della scuola. “Orff-Schulwerk”, una parola difficile per un’idea pedagogica semplice: la musica si impara facendola e non astraendola. Imparare a scrivere le note sul pentagramma non significa “imparare la musica” ma imparare a codificarla: cominciare a valle invece che a monte. La musica si “impara” invece, in primo luogo, traducendo in concreto il proprio bisogno di viverla fisicamente ed emotivamente, così che essa contribuisca alla nostra formazione e crescita globale come individui. Si “impara” attraverso una esperienza creativa e collettiva che coinvolga tutto ciò che alla musica è o può essere inerente: gesto, movimento, danza, scansione verbale, vocalità, strumentario musicale, drammatizzazione e performance. Attraverso tutto ciò potremo “imparare”, cioè “capire” la musica: capire come e perché essa nasce, individuarne le componenti espressive e strutturali e, infine, razionalizzarla, anche attraverso la notazione come indispensabile forma di memorizzazione e di comunicazione.

Alberto Conrado

TUBOING E SOUND SHAPES

tubi sonori, tamburi sottili, voce e body percussion

21 e 22 Settembre

Il corso

Esploreremo varie modalità di utilizzo del ritmo, della sua percezione e rappresentazione, attraverso pratiche di ascolto, movimento, coordinamento e comunicazione, intorno all’Orff- Schulwerk Italiano. Verranno af- frontate le diverse possibilità operative offerte dalla creazione e realizzazione di accattivanti repertori originali utilizzando sound-shapes©, tuboing©, voce e body percus- sion. Quaranta progetti progressivi dall’improvvisazione alle strutture interpretative di ascolto, dalle penta- toniche alle poliritmie etniche. Il seminario è rivolto ad insegnanti, operatori della scuola, educatori, anima- tori e a quanti siano interessati al “fenomeno” ritmo e corporeità.

Il docente

Musicista, perfezionatosi in musica antica, da anni si occupa di vocalità e di didattica musicale. Docente presso le più importanti scuole di musicoterapia sul territorio nazionale, docente di vocalità presso il Corso nazionale di formazione Metodologia e pratica dell’Orff-Schulwerk (Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia di Roma e Orff-Schulwerk Italiano), collabora con alcuni Conservatori e Università. È docente di corno e coralità presso il Liceo Musicale Cavour di Torino e Direttore artistico del Centro per la Ricerca e la Didattica Musicale e della Scuola Civica Mu s i c a l e Carl Orff di Piossasco - Torino.

Marcella Sanna

MUSICA A SCUOLA

tra danza, canto e strumenti

19 e 20 Ottobre

Il corso

Il corso vuole offrire ai partecipanti una consapevolezza dell'importanza di integrare, fondere, inter relazionare le diverse discipline artistiche sia in un percorso didattico musicale sia in una performance musicale. Verranno presentate attività, giochi, proposte fantastiche al fine di costruire semplici ma efficaci rappresentazioni coreograficomusicali. Il corso è prevalentemente operativo: attraverso il coinvolgimento attivo dei partecipanti si intende offrire un approccio diretto ed immediato al fare musica. A questo scopo i partecipanti verranno messi nella condizione di lavorare e apprendere come se fossero essi stessi un gruppo classe. Le esperienze fatte saranno di volta in volta oggetto di riflessione, sia per chiarire la logica dell’itinerario didattico seguito che per dare ulteriori suggerimenti per la prassi.

Il docente

Diplomata in organo e composizione organistica e in didattica della musica, esperta di metodologie per la didattica musicale rivolta all’infanzia (Orff, Dalcroze, Willems). Si è specializzata con Susanne Martinet nelle tecniche di Espressione Corporea nel corso quinquennale di alta formazione musicale il Dipartimento di Didattica della Musica del Conservatorio “C. Pollini” di Padova e in diversi stages intensivi ad Aix en Provence in Francia, nella danza popolare per la scuola dell’infanzia e primaria. Docente formatore per i corsi nazionali sull'Orff-Schulwerk della Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia diretti da Giovanni Piazza e per l’Orff-Schulwerk Italiano., ha collaborato con diversi Conservatori di Musica il Italia, con la SIEM, il CRSDM di Fiesole e altre associazioni nel territorio italiano per l’aggiornamento e la formazione di insegnanti della Scuola dell’ Infanzia, Scuola Primaria e operatori musicali. Ha pubblicato per la MKT di Brescia tre diversi volumi di attività musicali per la scuola dell’infanzia e primaria

Federica Galletti

SUONO QUINDI SONO

Dalla scoperta della propria identità sonora alla condivisione con il gruppo. La rielaborazione collettiva come processo di apprendimento musicale e relazionale.

7 – 8 Dicembre

Il corso

E’ nato prima l’uomo, o l’evento sonoro? Prendendo spunto da miti e leggende e partendo dalla ricerca di un suono personale e primordiale si esploreranno le possibilità della produzione sonora di ogni partecipante. Attraverso attività che permetteranno l’esplorazione delle potenzialità del proprio corpo e della propria voce si evidenzierà come l’espressione di sé, la comunicazione, l’incontro e la relazione siano aspetti fondamentali del fare musica e del farla insieme. Da qui l’elaborazione di percorsi didattici e la successiva costruzione di performance coreografico - musicali che, integrando le proposte di ognuno e le diverse attività svolte, diventano prodotto e patrimonio del gruppo. Movimento creativo e strutturato, ascolto, produzione vocale e strumentale, comprensione del linguaggio sonoro e possibile traduzione in altre forme di comunicazione sono gli elementi principali del corso che sarà prevalentemente esperienziale. Alla fase operativa seguirà sempre un momento di restituzione e riflessione per ragionare insieme su come rendere queste esperienze significative e accessibili a tutto il gruppo classe, nell’ottica di una didattica inclusiva.

Il docente

Diplomata in pianoforte si dedica all’insegnamento dello strumento affiancandolo ad un percorso di specializzazione in didattica musicale per l’infanzia.Consegue così il titolo di Tecnico didattico per l’educazione musicale e motoria secondo l’Orff – Schulwerk e si laurea in Storia della Musica con una tesi su un ideale percorso di formazione musicale che accompagni il bambino dalla nascita allo studio di uno strumento. E’ docente nei corsi nazionali per la metodologia Orff-Schulwerk e in corsi di formazione e seminari di aggiornamento per operatori musicali e per insegnanti della scuola primaria con i quali spesso collabora come consulente esterno in sperimentazioni didattico - musicali in orario curriculare . Ha tenuto corsi di Didattica Musicale nel corso di formazione triennale in musicoterapia Stratos di Bari (scuola CONFIAM) e nel corso triennale di formazione in musicoterapia Operaperta di Manfredonia e ha fatto parte del gruppo di lavoro fondatore della scuola di musicoterapia Play di Roma, dove era responsabile dell’area musicale. Tiene laboratori di mediazione del disagio e inclusione della disabilità all’interno di gruppi classe ed è co –conduttrice dell’orchestra integrata “Pezzi di ricambio”.In quest’ambito ha coordinato, condotto e partecipato ad attività musicali e musicoterapiche presso scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado, reparti ospedalieri pediatrici, Asl, Ufficio giustizia minorile. Da molti anni è docente di pianoforte presso la Scuola Popolare di Donna Olimpia per cui porta avanti con un team formato da operatori , psicologi e musicoterapisti, il Progetto ‘Tracce sonore’ finanziato dalla ASL Roma E e rivolto a pazienti con disabilità psichiche.